La settima meraviglia

1390

Lucania131

Info su Fardella

Fardella è un comune italiano di 605 abitanti della provincia di Potenza, in Basilicata.

Secondo la tradizione locale il nome “Fardella” trarrebbe origine dal nome della moglie del feudatario del vicino paese di Chiaromonte, Luigi Sanseverino, la principessa Maria Fardella, madre della poetessa arcade Aurora Sanseverino.
Sorge a 745 m s.l.m. nella valle del Sinni, nel territorio del Parco nazionale del Pollino. Posto nella parte meridionale della provincia confina con i comuni di: Teana (5 km), Chiaromonte (6 km), Francavilla in Sinni (8 km), Episcopia (14 km), Carbone e Castronuovo di Sant’Andrea (15 km), San Severino Lucano (25 km), Latronico (26 km) e Viggianello (41 km). Ha quattro exclave. Dista 122 km da Potenza e 113 km dall’altra provincia lucana di Matera.

(Fonte: wikipedia)

 

Cosa abbiamo visto noi di Lucania 131?

Fardella è stata una delle meraviglie che ci ha permesso di rendere attori e attrici tutta l’amministrazione comunale, infatti per tutte le riprese abbiamo avuto come protagonisti, il sindaco, Domenica Orofino, che ci ha raccontato perché il nome di Fardella, secondo la tradizione locale il nome “Fardella” trarrebbe origine dal nome della moglie del feudatario del vicino paese di Chiaromonte, Luigi Sanseverino, la principessa Maria Fardella.  Il vice sindaco Antonietta Latronico che ci ha mostrato e parlato del palazzo Caprarizzo, uno dei più antichi del paese costruito nel XVIII secolo, per poi illustrarci subito dopo la famosa quercia dove una leggenda narra che fu trovata al suo interno, una statuetta di una madonnina e da li, si costrui una chiesetta  che la custodi per  un  po tempo. La consigliera Angelica Disario, che ci ha portati al museo dell parola, un museo virtuale, un museo itinerante,  multimediale, ubicato all’interno dell’antico frantoio comunale, che racconta al visitatore, attraverso materiale audiovisivo, storia, luoghi, lingua e tradizioni attraverso la parola di chi le ha vissute. L’Assessore Giuseppe Guarino, che ci ha fatto scoprire e sentire i suoni del bosco, della natura che circonda Fardella.

Abbiamo visitato il palazzo De Salvo, di proprietà di uno dei discendenti della Famiglia, Ottorino De Salvo, che con grande piacere ci ha mostrato e fatto vedere le caratteristiche del palazzo, la cappella di famiglia che custodisce la madonna dell’Assunta.

Ma la sorpresa più grande è stata quando ad attenderci, c’erano le donne che hanno fatto la storia a Fardella, si le mamme di Raskatielli, la pasta che rende orgogliosi i Fardellesi. Si prepara sullo spianatoio, dove si impastano le farine e l’acqua fino ad ottenere un composto omogeneo. Si preparano dei piccoli cilindri di pasta che vengono poi cavati con le dita, due tre o quattro a secondo della grandezza desiderata e dalla capacità di chi li prepara. La pasta si cuoce in abbondante acqua salata e si condisce con il sugo fatto con peperoni e pomodori tagliati in pezzi grossi. Viene preparata tutto l’anno, in particolare nel periodo estivo.

La sera siamo stati tutti insieme e abbiamo concluso le riprese con una festa che ancora oggi portiamo nel cuore.

 

Alcuni scatti di questa meraviglia

 

Hanno partecipato…

Il Sindaco Domenica Orfino

Il vice Sindaco Antonietta Latronico

Giuseppe Guarino

Angelica Di Sario

Rosa Allegretti

Ottorino De Salvo

Si ringraziano…

Coringrato Service

Di Sario Service

Caldararo Specialisti in Marmo

D’Angelo Gomme

Di Giorgio Elettrodomestici

Lounge Bar Pizzeria Novecento

Benilda Bruno Tabacchi

Carni e Salumi di Biagio Vitale

Air Klima di Latronico francesco

 

Lascia un commento

Ultima modifica: 4 luglio 2017

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi