Il progetto Lucania 131

Perchè Lucania 131?

Perchè è il numero delle meraviglie di questa incontaminata, per molti ancora sconosciuta, regione del sud Italia. La Lucania, il secondo nome della Basilicata, il nome che esprime meglio la forza identitaria del suo popolo e che è pronunciata da chi, la Lucania, se la sente scorrere nelle vene.

La terra madre della Capitale Europea della Cultura 2019, che è culla e luogo di origine di Grandi personaggi storici, nazionali e internazionali, da Pitagora a Francis Ford Coppola, è che è teatro, tutt’oggi, del grande Cinema e poi, la sua costa, ricorda che un tempo qui fù la Magna Grecia.

Centrotrentuno sono i comuni della Basilicata, ognuno con una storia importante, ognuna con un’identità unica e orgogliosa.

Ogni comune è un gioiello che racchiude cultura, bellezza e storia.

Lucania 131 è un viaggio condotto alla scoperta di questo meraviglioso territorio.

Il viaggio è un percorso di conoscenza e amore, un itinerario intrapreso con gli occhi di un comune cittadino di questa terra che è animato da una spiccata curiosità e da una forte passione per le proprie radici.

Con gli occhi di chi ama questa terra ma che ancora è ignaro di tutti i suoi scorci, della sua storia e di tutte le sue sfumature, anche chi non ha mai avuto la fortuna di aver visitato la Basilicata sarà coinvolto in un magico viaggio, un excursus antropologico, culturale e di incanto.

Un’idea semplice ma ambiziosa.

Girovagare da costa a costa, tra le colline, sulle dolomiti e tra le strade fitte dei paesi lucani, significa avere l’ambizione cieca di voler conoscere a tutti i costi la bellezza e di regalarla al mondo intero.

Fare questo significa essere Carmine D’Elia, l’unica persona che è riuscita, spinto dalla sua vocazione per la Lucania, a cominciare questo viaggio. Depurandolo dal determinismo tecnologico, da ogni expertise, da ogni ricerca spasmodica della perfezione tecnica e metodologia, Carmine ha deciso di svestirsi da documentarista e ha portato all’essenza del viaggio e della scoperta il suo modo di raccontare.

Quando si chiede a Carmine come mai ha deciso di non scrivere un copione, una sceneggiatura o usare tecniche standard di ripresa e racconto, lui ci dice:

“Solo con la curiosità, con l’ingenuità e con gli occhi di un bambino si possono apprezzare e comprendere veramente le meraviglie che ci circondano, perché i loro occhi e la loro curiosità sono senza scopo, amano e basta.”

L’idea è del genio ma senza un team resta solo un sogno.

Con uno staff di amici professionisti che hanno in comune l’amore per questa meravigliosa Basilicata che si concretizza il sogno di Carmine. Lo staff della Lucania 131 è formato da videomaker, operatori di ripresa, fotografi e scrittori, la rete di partner che Carmine è riuscito a tessere è ancora più ampia e assortita di esperienze e professionalità: agenzia di comunicazione, registi, pubblicitari, istituzioni.

Di seguito lo staff presente in ogni set:


Produttore e Attore
Carmine D’Elia

Video
Edoardo Puntillo

Fotografa di scena
Federica Massaro

Fonico di presa diretta
Marco Bove


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi