Apre a Milano il primo Ristò di Lucania 131

Carmine D’Elia sarà il nuovo Ray Kroc del food Lucano 

Dalla cinepresa ai fornelli, è cosi che Lucania 131 ha iniziato a scoprire i 131 comuni di una regione inesplorata, la Basilicata.

Era il Maggio del 2016, quando Carmine D’Elia ha ideato un progetto unico nella suo format:

Girovagare da costa a costa, tra le colline, sulle dolomiti e tra le strade fitte dei paesi lucani, con l’ambizione cieca di voler conoscere a tutti i costi la bellezza e di regalarla al mondo intero.

Fare questo significa essere Carmine D’Elia, l’unica persona che è riuscita, spinto dalla sua vocazione per la Lucania, a cominciare questo viaggio. Depurandolo dal determinismo tecnologico, da ogni expertise, da ogni ricerca spasmodica della perfezione tecnica e metodologia, Carmine ha deciso di svestirsi da documentarista e ha portato all’essenza del viaggio e della scoperta il suo modo di raccontare.

Nei suoi docufilm, mette in evidenza, la storia, le tradizioni, la cultura e soprattutto i sapori, si proprio loro, le meraviglie culinarie che ci rendono unici nel mondo, dal peperone crusco, i fagioli di Sarconi, il canestrato di Moliterno, la salsiccia di Picerno, l’olio Evo che oltre a mostrarli nei suoi filmati, gli ha portati nei più grandi eventi di caratura nazionale: Il Festival di Sanremo, il premio Tenco, i nastri d’argento, il Lucca summer Festival e tanti eventi importanti, che insieme al team di cuochi ha reso i piatti, una vera e propria  attrazione per i grandi artisti di fama mondiale.

Quest’anno Lucania 131 ha inaugurato il primo Ristò a Casa Sanremo, una scommessa che grazie alla perseveranza e al non arrendersi mai, ha portato Carmine D’Elia ad avere un successo inaspettato, infatti nei 5 giorni della Kermesse Musicale, il Team Lucano , ha preparato oltre 600 taglieri, oltre 1000 primi e secondi piatti e soprattutto il caciocavallo impiccato, che grazie al suo modo di apparire in pubblico, ha dato vita a veri e propri show cooking, dove la gente oltre ad assaporare il podolico sciolto sul pane, ha assaporato soprattutto con gli occhi, una tradizione che ormai è diventata unica nella terra dei briganti.

Grazie a tutto ciò, che Carmine D’Elia, ha ricevuto numerose proposte, quelle di aprire i Ristò 131 nelle più grandi capitali europee, infatti il primo work in progress è a Milano, nella città della moda, dove a Settembre sarà inaugurato il primo di una lunga serie, per poi seguire l’apertura a Roma e subito dopo a Bucarest.

Sarà un ristò unico ci dice Carmine, la specialità principale sarà il tagliere Lucano, un tagliere diverso dai soliti, infatti grazie al caciocavallo impiccato che sarà l’attrazione visiva, di chiunque entrerà nei ristò.

Il famoso podolico sciolto sulla fetta di pane, avrà tante varianti, potranno essere assaporate con le salse tartufate, il pesto di pistacchio, il crusco, la pancetta arrotolata e tanti altri gusti che scopriremo ogni giorno anche attraverso i social, infatti Lucania131 vanta una pagina facebook e istagram con migliaia di followers pronti a gustare anche virtualmente i capolavori culinari lucani.

I Ristò di Lucania131 saranno supportati dai Partner che hanno reso possibile ogni piccolo passo verso la vetta di questa grande montagna, scalata pian piano ogni giorno.

Grazie all’Olificio Gaudiano, di Miglionico “La Spremuta di frantoio” partner unico nella fornitura dell’olio extra vergine di oliva, si potrà condire ogni pietanza, il tocco di un olio che dopo anni di produzione, mantiene ancora una tradizione antica che lo rende meraviglioso.

Cara terra Lucana, con i suoi cruschi, che ha già realizzato il patè pronto da spalmare oltre ovviamente ai peperoni che saranno fritti al momento per essere degustati nella loro inconfondibile fragranza.

I Salumi del salumificio Emmedue di Picerno, con la salsiccia, la soppressata, il filetto, la pancetta che saranno parte integrante del tagliere

L’azienda Phaseola di Sarconi, produttori degli ormai inconfondibili fagioli che ci rendono unici nel mondo

Il vino delle cantine Abitante di Francavilla in Sinni, una piccola realtà vinicola nata dalla passione per i vigneti dei coniugi Filippo e Giovanna Abitante, che sarà l’accompagnatore ufficiale del tagliere

La pasta fresca del pastificio Cirigliano di Moliterno, che attraverso il metodo tradizionale, permette di poter gustare la pasta che solo le donne di un tempo ci hanno deliziato.

Lucania131 inoltre è in cerca di produttori locali per ampliare il menù dei Ristò , solo ed esclusivamente con il made in Lucania

Per info www.lucania131.it