La centoventinovesima meraviglia

Policòro (Pulecòre in dialetto locale) è un comune italiano di 17 770 abitanti della provincia di Matera in Basilicata.

Geografia fisica

Territorio

Policoro è posizionata sulla fertile pianura di Metaponto a 3 chilometri dal Mar Ionio nelle vicinanze del fiume Agri (palude) nella parte sud-orientale della provincia. È il terzo centro della provincia di Matera come popolazione, ed è il secondo come importanza economica. Confina a nord con il comune di Scanzano Jonico (9 km), ad est con il mar Jonio (3 km), a sud con Rotondella (23 km) e ad ovest con i territori di Tursi (27 km). Dista 65 km da Matera e 129 km dal capoluogo di regione Potenza.

Storia

Il nome deriva dal greco antico Polychoron, Πολύχωρον. Sorge a poca distanza dalle rovine dell’antica città di Eraclea, importante centro della Magna Grecia sorto nel VI secolo a.C., dove nel 280 a.C. i Romani combatterono Pirro. Faceva parte della regione della Siritide, in prossimità di Siris.

Dal Medioevo si sviluppò un piccolo centro urbano nelle vicinanze del Castello Baronale[6].

Nel 1959 cessò di essere frazione di Montalbano Jonico e divenne comune autonomo. A partire dagli anni ’60 vi è stato un notevole incremento demografico, grazie alla popolazione proveniente dall’entroterra lucano stabilitasi nel comune, che ha portato Policoro ad essere il quinto centro della regione per numero di abitanti, oltre che uno dei più importanti a livello economico essendo posto al centro della piana del Metapontino

Monumenti e luoghi d’interesse

Museo archeologico nazionale della Siritide

La zona Lido con i lungomare sinistro e destro

Castello Baronale

Torre Costiera “Torre Mozza”

Casale Gioacchino

Masseria Acinapura

Borgata Casalini

Casa Bovari

Chiesa Buon Pastore

Chiesa San Francesco

Chiesa Madre

Cappella della Madonna del ponte

Villa Comunale

I Giardini Murati

Piazza Segni

Piazza Ripoli

Complesso industriale ex-Zuccherificio

ex-Fabbrica di Mattoni “La Fornace”

Villaggio agricolo sperimentale “Villaggio Sant’Antonio”