La quarantanovesima meraviglia

Spinoso è un comune italiano di 1.538 abitanti della provincia di Potenza, in Basilicata.

Geografia fisica

Il paese è situato in posizione collinare ai piedi del monte Raparo, sulla sponda sud del lago di Pietra del Pertusillo.

Origini del nome

Il nome “Spinoso” deriva dal latino Spina, “aculeo” e dal suffisso -osus, utilizzato per indicare abbondanza. Quindi, etimologicamente, il nome indica un luogo pieno di spine,in abbondanza.Inoltre, nel catalogo dei baroni, il comune è indicato come Spinosa, col significato di Terra piena di spine.

Storia

Si suppone che il paese, anticamente, era chiamato Carro Nuovo ed era situato nell’attuale Tempagnata. Una leggenda narra che Carro Nuovo fu edificato da Francois Troiano, compagno di Enea. Un’altra leggenda fa riferimento a questo paesino come tanto ospitale, per l’aria fresca, ma anche molto pericoloso per la presenza di molti serpenti, i quali, si dice, divorassero addirittura i bambini. E tale fu il motivo per il quale gli abitanti lasciarono Carro Nuovo, migrando verso Alifi. Successivamente la diaspora ebraica portò dei nuovi coloni in questo paesino. Gli ebrei insediati nell’abbandonato Carro Nuovo, ben presto ne capirono il motivo nell’abbandono. Non molto lontano da Carro Nuovo, vi era una monticello, chiamato Lo Spenuso, oggi chiamato San Laverio, molto più agevole e con scarsa presenza di serpenti ma soprattutto vicino alle proprietà in Tempagnata; e fu qui, che si trasferirono i neo abitanti, dando vita a Spinoso.

Il patrimonio culturale

 

Spinoso è una “terrazza” sulla natura, quasi adagiato sul Lago del Pertusillo e circondato da candidi boschi e verde ovunque.

Ma è anche un borgo dai preziosi tesori come i suoi numerosi edifici gentilizi dai maestosi portali in pietra di Padula e facciate in cotto provenienti da antiche fornaci locali. In piazza Plebiscito si elevano Palazzo delle Colonne, in stile neoclassico, Palazzo Romano (XVII sec.) e, a pochi passi, Palazzo Ranone, di stampo settecentesco, location di mostre ed eventi letterari.

Da non trascurare sono il monumentale Palazzo Caputo, con parco annesso, e il Palazzo Romano, nell’800 sede della “Scuola Romantica Spinosese”, una delle più importanti e prestigiose del meridione, in cui si sono formati nomi illustri tra i quali Giacomo Racioppi e Giacinto Albini.

Raggiunto Corso Garibaldi si possono ammirare i Palazzi Mileo, Robortazzi e Caputo, mentre in Via Marconi svetta Palazzo Delfino e in Via Vittorio Emanuele Palazzo Ranone, con il suo pregevole portale in pietra e un bel cortile interno.

Non si può dimenticare che a Spinoso può capitare di passare davanti alla casa dell’Abate Antonio Racioppi, in via Vittorio Emanuele, zio del pittore Michele Tedesco, originario di Moliterno, che proprio nel piccolo borgo sulle sponde del Lago del Pertusillo ha trascorso parte della sua infanzia.

Architetture civili

Palazzo delle Colonne, Piazza Plebiscito

Palazzo Mileo, via Garibaldi

Palazzo Robortazzi, via Garibaldi

Palazzo Caputo, via Garibaldi

Palazzo Romano, via Garibaldi

Palazzo De Stefano – Vetrano, via Garibaldi

Palazzo Baronile-Minutolo, via Dei Geni

Palazzo Ranone, via Vittorio Emanuele

Palazzo Franco, via G.B.Romano

Palazzo Delfino, via Marconi

Palazzo Ducatelli, via Bardine

Palazzo Falotico, via Bardine

Palazzo Pesce, via Bardine

Palazzo Magliocchini, via E. Pimentel

Palazzuolo Romano, Piazza San Lorenzo

Alla ricerca dei Sapori Perduti

“Alla ricerca dei Sapori perduti” è una delle manifestazioni più importanti del paese che attrae ogni anno più di 2000 persone dai paesi e regioni limitrofe. Ha luogo, normalmente, il 12 e il 13 agosto di ogni anno. Durante questa sagra enogastronomica vengono preparate dodici taverne rappresentanti i mesi dell’anno, ognuna delle quali propone piatti tipici del territorio.

A patana arrustuta

La sagra ra patana arrustuta (ovvero la sagra della patata arrostita) ha luogo generalmente a marzo. Il vero senso di questa festa lo ritroviamo in questa poesia scritta il 19 marzo 1979 in occasione della Prima edizione della Sagra.

Sagra della castagna

Questa sagra si celebra verso la fine di ottobre ogni anno. La prima edizione si è tenuta nel 1996.

Festa patronale in onore di Santa Maria Maddalena

È uno degli eventi religiosi che si tiene il 21-22 luglio.

 

Feste Patronali

Festa in onore di San Rocco

San Rocco, protettore del paese, viene festeggiato il 17 e il 18 agosto.

Festa in onore di San Giuseppe

Si celebra annualmente il 19 marzo, con i fuochi rionali.

Festa in onore di Santa Maria dei Termini

Ogni terza domenica di maggio, la statua della Vergine viene portata nella sua cappella in campagna, posta ai confini tra il territorio di Spinoso e quello di Sarconi. La statua vi resterà fino alla terza domenica di settembre, quando verrà riportata in Chiesa Madre. È tradizione che nel mese di maggio, dopo la santa messa in campagna, ci sia un momento di convivialità con pane, formaggio e vino.

(Fonte Wikipedia)